Invalidità civile, handicap e disabilità

Invalidità civile, handicap (legge 104/1992), disabilità (legge 68/1999), cecità civile e sordità civile

Il Servizio provvede ad organizzare e riunire le commissioni di prima istanza per l’accertamento collegiale ai sensi delle vigenti norme in materia. Per essere sottoposti all’accertamento da parte delle commissioni competenti, bisogna innanzi tutto essere in possesso della certificazione del medico curante, e quindi con questo (o con ricevuta dell’avvenuto rilascio del certificato) presentare domanda all’INPS tramite un patronato sindacali.

Per presentare domanda nell’ambito della cecità civile è necessario essere in possesso di certificato medico di specialista oculista che dichiari un visus non superiore a 1/20 bilaterale con correzione.

La domanda per il riconoscimento di sordità civile può essere presentata da chi è affetto da sordità insorta entro il dodicesimo anno di età e con perdita bilaterale di almeno 60 dB calcolata sulle frequenze di 500-1000-2000 dB: a tal fine è necessario essere in possesso di certificato di specialista ORL e di referto di esame audiometrico.

Il riconoscimento dello stato di handicap è regolato dalla Legge 104/1992:  per informazioni in merito è attivo l’ufficio Informahandicap nella sede di via Carducci 2 a cui ci si può rivolgere per informazioni in merito.

L’ambito della disabilità è regolato dalla legge 68/1999, e riguarda il collocamento al lavoro degli invalidi civili con almeno il 46% di invalidità ed i ciechi e sordi civili fino al 65^ anno di età per gli  uomini ed il 60^ anno di età per le donne; si può presentare domanda a partire dal 15^ anno di età. La commissione individua le capacità lavorative del richiedente a seconda del tipo e dell’entità della patologia di cui è affetto.

Sono escluse dal riconoscimento dell’invalidità civile, cecità civile e sordità civile le patologie per le quali è già stata riconosciuta una invalidità in ambito INAIL o per causa di servizio. La richiesta per il riconoscimento dello stato di handicap ai sensi della Legge 04/1992 è invece possibile indipendentemente dal tipo di invalidità riconosciuta.




Consulenza e orientamento ai cittadini in materia medico legale

Il Servizio di Medicina Legale offre inoltre ai cittadini attività di consulenza e informazione in materia medico legale per quanto riguarda invalidità civile, handicap e disabilità, indennizzo per danni da emotrasfusioni e vaccinazioni ed altri argomenti di competenza della medicina legale pubblica. In questo caso è necessario fissare appuntamento direttamente con il Responsabile del servizio, telefonando al n. 0424 885500.

Restano esclusi da questa attività di consulenza gli ambiti della responsabilità civile e di quella infortunistica privata, non di competenza della ASL.


INFORMAZIONI UTILI:

>
Come fare la domanda per invalidità

> Visita

>
Riconoscimento dello stato di handicap 

> Durata  

> Ricorso 

> Elenco patronati sindacali

INDIETRO

Connect
Esprimi il tuo giudizio sui contenuti del sito
Esprimi il tuo giudizio sui contenuti del sito